AREA FORNITORI AREA ENTI CONVENZIONI MERCATO ELETTRONICO
     Home > Area Enti > Mercato elettronico
IL PROGETTO MERCURIO
REGOLAMENTO DEL SISTEMA
AREA ENTI
AREA FORNITORI
MERCATO ELETTRONICO
SERVIZI E-PROCUREMENT
Gare telematiche
Convenzioni
BANDI E AVVISI
MANUALISTICA
NORMATIVA E GIURISPRUDENZA
FAQ
RASSEGNA STAMPA
SITI DI INTERESSE
AREA RISERVATA ENTI
legal agreement and privacy policy
contattaci
Accedi ai Servizi e-Procurement
Torna alla Home page del sito

Mercato elettronico

COS’È IL MERCATO ELETTRONICO

Il Mercato Elettronico della Provincia autonoma di Trento (MEPAT) è il nuovo punto di incontro in rete fra le Pubbliche Amministrazioni della Provincia autonoma di Trento (Comuni, Comunità di Valle, enti provinciali…) e le imprese fornitrici abilitate a proporre i propri articoli nella "vetrina virtuale".

Attraverso il MEPAT, accessibile a partire dal portale Mercurio:
  • le imprese fornitrici potranno pubblicare in modo dinamico e autonomo le informazioni relative ai prodotti / servizi offerti, in relazione a specifiche categorie merceologiche
  • le Amministrazioni, potranno consultare le proposte pubblicate sul catalogo, confrontare le caratteristiche degli articoli di interesse e procedere con la compilazione di un Ordine di Acquisto o di una Richiesta di Offerta

PERCHÈ IL MEPAT

Gli interventi normativi di razionalizzazione della spesa pubblica (D.L. n. 52/2012 e D.L. n. 95/2012) hanno introdotto il ricorso obbligatorio ai mercati elettronici da parte delle P.A. per gli acquisti di prodotti e servizi di importo inferiore alla soglia comunitaria.

In particolare, tutte le Amministrazioni statali, centrali e periferiche, compresi gli enti locali, sono tenute a ricorrere al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione operato da Consip (MePA) o ad altri Mercati Elettronici istituiti dalle centrali di committenza territoriali ovvero alle convenzioni Consip / territoriali. L'obbligo ricorre per tutte le merceologie gestite da tali strumenti ed il suo rispetto e fondamentale per evitare di incorrere nei casi di nullita contrattuale previsti dalla norma, che costituiscono anche illecito disciplinare e sono causa di responsabilita amministrativa.

Ma il Mercato Elettronico e anche uno strumento che consente di semplificare gli acquisti, di agevolare un confronto reale e tempestivo delle offerte, di aprire le P.A. al mondo delle Piccole e Medie Imprese e, per gli operatori economici, di acquisire una maggiore comprensione delle dinamiche della domanda di beni e servizi della P.A.

Ed è per cogliere queste ed altre significative opportunita che la Provincia autonoma di Trento ha deciso di istituire un proprio Mercato Elettronico, con il quale poter avviare anche un percorso di crescita virtuoso diretto a:

  • Sostenere lo sviluppo economico del territorio
    • coinvolgendo le imprese locali
    • offrendo la possibilita alle imprese di avvalersi di una vetrina elettronica per valorizzare la propria offerta
    • semplificando i rapporti fra imprese e pubblica amministrazione
  • Semplificare i processi di acquisto del "Sistema PAT"
    • uniformando le procedure di acquisto
    • agevolando l'operativita dei punti ordinanti
    • personalizzando i contenuti informativi sulla base delle esigenze specifiche della PAT
    • riducendo tempi e costi di gestione

COME SI ACCEDE AL MEPAT

La partecipazione al Mercato Elettronico Provinciale è aperta a tutti gli operatori economici la cui offerta soddisfi i requisiti minimi definiti dall’Agenzia Provinciale per gli Appalti e Contratti (APAC) negli appositi Bandi di Abilitazione pubblicati sul proprio sito istituzionale (http://www.appalti.provincia.tn.it) e riferiti a specifiche categorie merceologiche.

Gli Enti Utilizzatori saranno invece avviati all'utilizzo del Mercato Elettronico attraverso iniziative di comunicazione e formazione che vedranno il coinvolgimento delle principali strutture di riferimento (Dipartimento della Conoscenza, Consorzio dei Comuni, Servizio Patrimonio, ecc...). che assumeranno un ruolo attivo nel processo di diffusione del MEPAT:

COME FUNZIONA IL MEPAT

Il modello di funzionamento del Mercato Elettronico Provinciale si basa su una soluzione informatica attraverso la quale gli utenti autorizzati, sfruttando un’interfaccia grafica semplice ed intuitiva, potranno:

  • consultare il contenuto pubblicato dai fornitori abilitati, utilizzando vari filtri di ricerca (per categoria merceologica, impresa fornitrice, parola chiave, ecc...)confrontare gli articoli caricati dai fornitori in termini di caratteristiche tecniche, funzionali e condizioni economiche, per identificare le proposte più interessanti
  • acquistare direttamente dal Mercato Elettronico accettando le condizioni offerte dal fornitore (compilazione di un Ordine di Acquisto diretto) oppure contrattare con uno o più fornitori (compilazione di una o più Richieste di Offerta)
Il contenuto del catalogo elettronico cui accedono i punti ordinanti è popolato e aggiornato in autonomia dalle imprese fornitrici.

Nell'ottica di snellire il processo di pubblicazione delle proposte sul MEPAT, è stato scelto di responsabilizzare l'impresa fornitrice sui contenuti caricati. In questo senso:

  • Non è previsto alcun controllo "a posteriori" sui contenuti presenti a catalogo, che sono popolati e gestiti in completa autonomia dai fornitori
  • L'unico controllo è di tipo preventivo e viene eseguito in sede di valutazione delle candidature pervenute in risposta al Bando di abilitazione (controllo del rispetto dei requisiti minimi fissati)

In Primo Piano
Verifica i requisiti di Sistema
Prima di utilizzare gli strumenti di Acquisto verifica i requisiti di Sistema.
Per problemi contattare il Gestore del Sistema o consulta i requisiti richiesti.
| Requisiti di Sistema | Download |
Elenco categorie merceologiche elenco fornitori
Per lo svolgimento di gare telematiche per l’affidamento di forniture e servizi le Amministrazioni possono avvalersi dell’elenco fornitori previsto all’art. 27 D.P.G.P. 22 MAGGIO 1991 N. 10-40/LEG, per cui sono presenti le seguenti categorie merceologiche.
Avvisi
 Si informano le Amministrazioni che a partire dal 1° novembre 2014, per le procedure telematiche di gara per l'affidamento di forniture, servizi e lavori pubblici, è possibile impostare l'obbligo di firma digitale delle offerte e la tipologia normativa di riferimento. Per maggiori dettagli sono disponibili le Guide operative nell'Area Enti, alla sezione "Manualistica e FaQ".
 Si informano le imprese iscritte al sistema Mercurio che a partire dal 1° novembre 2014, per tutte le procedure di gara, sono attive le nuove modalità per la firma digitale delle offerte. Tali modalità sono descritte nelle Guide operative aggiornate, consultabili nell'Area Fornitori, alla sezione "Manualistica e FaQ". Per le procedure di gara pubblicate prima del 1° novembre 2014 rimangono in vigore le vecchie modalità di firma digitale (quelle antecedenti al 1° novembre 2014).

E' attiva la nuova procedura semplificata di registrazione delle imprese al sistema Mercurio e di modifica dei dati anagrafici.
Nell'Area di registrazione è presente la nuova modulistica e la Guida operativa di registrazione.